L’Isola di Pianosa

L’Isola di Pianosa

L’Isola di Pianosa è l’isola toscana più lontana dalla terraferma, a circa 15 km a sud-est, di distanza dall’Elba. Il nome “Pianosa” deriva proprio dalle sue condizioni geologiche, è la più bassa dell’arcipelago toscano, raggiungendo al punto più alto i trenta metri. Come dimostrano ritrovamenti di ossa di animali preistorici, migliaia di anni fa come anche la vicina Isola d’Elba, fece parte della terraferma. La storia di Pianosa assomiglia molto alle altre isole dell’Arcipelago Toscano. Dopo la dominazione romana di cui sono rimaste tantissime testimonianze, fu sempre oggetto di litigio tra Pisani e Genovesi, finché nel XIV secolo passò a Piombino. Per ca. 150 anni, fino al 1998 era un’isola carceraria di massima sicurezza. Dopo la chiusura del carcere fu disabitata e solo nel 1999 fu aperta per le visite guidate. Dato il divieto di pesca nelle vicinanze dell’isola, la vegetazione marina e i suoi tesori sono ancora intatti.

Porticciolo dell'Isola di Pianosa

Porticciolo dell’Isola di Pianosa

Oggi è possibile raggiungere l’isola con dei traghetti da Rio Marina sull’Isola d’Elba con i traghetti della Toremar oppure con barche da Marina del Campo sull’Isola d’Elba, da Piombino e San Vincenzo sulla terraferma. Possono accedere al massimo 250 persone al giorno sull’isola. Arrivando sull’isola è possibile fare una visita guidata al vecchio borgo del paese.  Non è possibile oltrepassare il “Muro dalla chiesa” senza essere accompagnati da una guida ambientale autorizzata. Con la guida è possibile fare trekking a piedi o in mountain bike nella meravigliosa natura dell’isola, fare un giro in carrozza oppure in minibus oppure fare snorkeling nella Cala dei Turchi, una meravigliosa area marina protetta. E’ possibile fare il bagno senza guida sulla spiaggia di Cala Giovanna.

Parte ovest dell'Isola di Pianosa

Parte ovest dell’Isola di Pianosa

Nel 2011 è stato aperto un semplice albergo con 20 camere gestito dalla Cooperativa Sociale San Giacomo di Porto Azzurro, che fa uso delle strutture dismesse.

Siccome la burocrazia tra le varie autorità è molto lunga, purtroppo molti vecchi edifici, utilizzati fino alla chiusura del carcere, sono in stato d’abbandono e cadono a pezzi.

Considerando la bellezza e l’integrità di quest’isola, circondata da un meraviglioso mare, vale sicuramente la pena visitare l’isola almeno per un’escursione giornaliera.

E’ consentito l’accesso ai cani – condotti al guinzaglio – solamente nel paese.

Informazioni Arcipelago Toscano
Telefono: 0565.908231
Email: info@parcoarcipelago.info

Interessanti Link:

Foto:

  • By Olivier Brunet (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons
  • By Trapingus at it.wikipedia [Public domain], from Wikimedia Commons
  • By Matteo Vinattieri (Own work) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) or CC BY 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/3.0)], via Wikimedia Commons
  • By Mazzoniandrea (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons
2015-08-01T19:00:48+00:00 1 agosto 2015|Arcipelago Toscano, Livorno, Scoprire la Toscana|1 Commento

Un commento

  1. case vacanza versilia 5 aprile 2016 al 11:05 - Rispondi

    L’isola di Pianosa è nell’arcipelago toscano quella più vicina all’isola d’Elba ed è caratterizzata da un territorio pianeggiante. Essa ha un patrimonio naturale praticamente inalterato e viene visitata tramite delle visite guidate a numero chiuso. Complimenti per il blog e per il vostro dettagliato articolo!

Scrivi un commento Annulla risposta