Siena, la città del Palio

Home/Scoprire la Toscana/Siena/Siena, la città del Palio

Siena, la città del Palio

La Provincia die Siena confina a sud-ovest con Grosseto, a sud-est con la Regione Umbria, ad est con la Provincia di Arezzo, mentre a nord confina con Firenze ed a nord-ovest con la provincia di Pisa. I dintorni di Siena sono così diversi e valgono la pena di essere scoperti. Nella parte sud-est di Siena si trovano le affascinanti Crete Senesi, che ricordano un paessaggio lunare, che raggiungono la città di Pienza. Poi ci sono le mete conosciute per l’ottimo vino Montalcino e Montepulciano, la città etrusca Chiusi, San Quirico d’Orcia, Monteriggioni, le abbazie di Sant’Antimo e San Galgano. All’ovest si trova la val d’Elsa e San Gimignano conosciuta per le sue torri medievali. Durante il suo viaggio in Italia disse il poeta tedesco Johann Wolfgang von Goethe che la corrozza andasse troppo velocemente per poter godere la bellezza di questi paessaggi.

Vista dalla Torre del Mangia - Siena

Vista dalla Torre del Mangia – Siena

La città di Siena è disposta su tre colline tra i fiumi Elsa e Arbia, collegati della Via Banchi di Sopra, Via Banchi di Sotto e Via Città che formano una Y, nel cui centro si trova la Piazza del Campo.
Forse fu già insediamento etrusco senza però essere arrivata all’importanza del vicino Chiusi.
Fu Colonia Romana sotto Cesare con il nome Sena Iulia.
Secondo una leggenda però, che viene raccontata tutt’oggi dalla statua davanti al duomo. Siena fu fondata da Senio, il figlio di Remus. Senio ed il suo fratello Aschinus avrebbero litigato con il loro zio Romulus e di conseguenza scapparono in questa zona.
Sotto i longobardi divenne nel IV secolo sede vescovile. Per secoli non ebbe una grande importanza, fino alla fine del IX secolo, quando a causa del traffico della Via Francigena iniziò a svillupparsi il commercio. Pian piano si costituirono piccoli insediamenti attorno a Siena e si costruirono delle fortezze.

Piazza del Campo - Siena

Piazza del Campo – Siena

Tra X e XI secolo ebbero i vescovi il potere. Il popolo di Siena riusci successivamente di togliere il potere al vescovo e nel 1147 divenne comune ghibellino.
In quel periodo iniziarono i litigi con la Firenze guelfa (sostenitori del papa) e nel 1260, Siena sconfisse Firenze a Montaperti.
Nove anni dopo, Siena perse contro Firenze la battaglia di Monteriggioni.
Durante il XIII e XIV secolo fu il periodo di fioritura economica di Siena.
A causa della sua posizione strategica e le colline metallifere vicine, ove si ebbe scoperto argento, riuscì a svilupparsi ancora ulteriormente.

Monte dei Paschi di Siena

Monte dei Paschi di Siena

I proprietari delle mine iniziarono a prestare soldi e così, divenne città bancaria.
Nel 1472 fu fondato il Monte dei Paschi di Siena.
Nel 1487 prese Pandolfo Petrucci il potere nelle mani.
Nel 1530 arrivò Carlo magno con le sue truppe a Siena e formò un nuovo governo a favore dei ricchi commercianti.
Due anni dopo cacciò il popolo, i sostenitori dell’imperatore, fuori città.
Cosimo de’ Medici inviò le truppe di Carlo magno per occupare Siena che dopo sei mesi rinunciò. Siena fu annessa al Granducato di Toscana.

2015-01-11T20:03:29+00:00 2 novembre 2010|Scoprire la Toscana, Siena|0 Commenti

Scrivi un commento